L'Esperto Risponde

Peli: ho 18 anni. Perché ho molti più peli delle mie amiche?

Sottolineerei anzitutto che il concetto di normalità per quanto riguarda i peli corporei è molto vago. Vi sono infatti notevoli differenze fra una donna e l’altra, anche nell’ambito di quello che possiamo considerare un quantitativo normale di peli. Queste differenze appaiono talora legate a fattori familiari.

La crescita di una "eccessiva" quantità di peli corporei è comunque un fenomeno molto comune nelle giovani donne e può avere cause diverse. La più comune fra queste cause è un disturbo nella funzione dell’ovaio, che porta ad un’aumentata produzione di alcuni ormoni, chiamati androgeni, che se prodotti in eccesso nella donna hanno appunto la capacità di far diventare più lunghi, spessi e scuri i peli. In questa forma spesso sono presenti anche alterazioni del ciclo mestruale. Altre volte il problema dipende da un’alterata funzione, talora su base genetica, del surrene, un’altra ghiandola capace di produrre tali ormoni. Altre volte ancora il disturbo può dipendere da un’eccessiva risposta della pelle, pur in presenza di normali quantità di ormoni androgeni. Vi sono poi altre possibili cause, molto più rare. Una risposta più dettagliata richiederebbe qualche informazione in più da parte sua. Una visita medica permetterebbe ovviamente una valutazione più appropriata.

Se la crescita del pelo è un fenomeno presente da tempo, stabile o in lieve peggioramento, e se non vi sono alterazioni del ciclo mestruale, non vi sono rilevanti motivi di preoccupazione. Il problema estetico può essere curato con procedure depilatorie e se queste non bastano con farmaci. Se invece vi sono disturbi mestruali o ancor più se la crescita del pelo è stata improvvisa e importante è bene effettuare una valutazione endocrinologica prima di qualsiasi trattamento farmacologico. Nella maggior parte dei casi esistono comunque trattamenti efficaci anche per queste forme.

Prof. Paolo Moghetti
Divisione di Endocrinologia e Metabolismo
Università e Azienda Ospedaliera di Verona

 

« Torna alle F.A.Q.