Glossario statistico

Descrizione

Cerca termini di glossario (le espressioni regolari sono consentite)
Inizia con Contiene Termine esatto

Glossari

Termine Definizione
Analisi esplorativa dei dati

(EDA) - Approccio all’analisi dei dati che privilegia il ricorso a tecniche grafiche anche informali non basate su alcun assunto a priori circa la struttura dei dati o circa formali modelli di comportamento degli stessi. Scopo dell’analisi è far emergere la componente sistematica con il minimo formalismo matematico e statistico.

Analisi fattoriale

Procedura che nella valutazione delle correlazioni fra variabili osservate valuta la possibile presenza di variabili latenti non direttamente osservate. Le variabili latenti vengono definite anche fattori comuni.

Analisi multivariata

Termine generale per indicare i metodi di analisi applicata nello studio di dati multivariati. Alcuni esempi sono l’analisi dei cluster l’analisi dei componenti principali e l’analisi fattoriale.

Analisi peggiore scenario (secondo il)

Tipo di analisi con la quale si ipotizza per esempio che tutti i persi al follow-up tra i soggetti assegnati al trattamento abbiano avuto un esito negativo mentre i persi al follow-up tra gli appartenenti al gruppo di controllo abbiano avuto un esito positivo. Se nonostante tale assunzione sfavorevole l’effetto del trattamento persiste si conclude per il beneficio del trattamento.

Analisi per intenzione di trattamento

Procedura di analisi statistica di dati di una sperimentazione clinica controllata nella quale si considerano i gruppi di pazienti randomizzati ai diversi trattamenti senza considerare se effettivamente i pazienti assegnati al trattamento lo abbiano effettivamente seguito o portato a termine. La randomizzazione iniziale non serve quindi solo ad assegnare il paziente al tipo di trattamento ma a stabilire in modo definitivo come i dati relativi a quel paziente verranno considerati nell’analisi finale. Questa analisi protegge dall’anomala distribuzione probabilistica dei fattori prognostici fra i gruppi in trattamento e da distorsioni legate alla compliance del paziente un fattore a volte determinante in caso di trattamenti complessi. È evidente che questo tipo di analisi presenta anche qualche anomalia ad esempio nello UKPDS studio condotto in Inghilterra che ha modificato in modo determinante l’approccio ai pazienti diabetici di tipo 2 vennero registrati episodi di ipoglicemia nel gruppo dei pazienti assegnati alla sola dieta: si trattava naturalmente di soggetti che nel corso dello studio avevano iniziato terapia farmacologica ipoglicemizzante ma che nell’analisi finale dei dati erano stati considerati in base al gruppo di assegnazione iniziale. L’analisi secondo il principio dell’intenzione al trattamento rappresenta un’analisi conservativa che tende ad attutire le differenze tra i gruppi.

Analisi per sottogruppi

Procedura che consente la divisione dei dati in particolari sottogruppi di pazienti in una sperimentazione clinica intesa a far emergere l’esistenza di eventuali interazioni sottogruppo-trattamento. Il limite maggiore di tale analisi è che può aumentare l’errore di II tipo.

Analisi per trattamento ricevuto

(per protocol) - Modalità di analisi dei risultati di una sperimentazione clinica che consente di considerare i pazienti in base al trattamento effettivamente ricevuto anziché in base al gruppo di assegnazione iniziale del paziente. Apparentemente l’analisi appare più “corretta” ma in realtà tende a sovrastimare la differenza esistente tra due trattamenti o tra un nuovo trattamento ed il placebo in quanto la compliance del paziente in genere è associata al tipo di esito del trattamento. Un altro possibile errore è che i soggetti che sono stati persi al follow-up potrebbero aver abbandonato lo studio per motivi collegati all’esito o alla gravità della malattia. Se così fosse basando l’analisi solo sui soggetti rimasti in follow-up si introdurrebbe nello studio un errore sistematico o bias in quanto questi soggetti sarebbero sistematicamente diversi da quelli che invece si sono persi.

Analisi preliminare dei dati

Fase iniziale della elaborazione statistica che serve a controllare la qualità dell’inserimento dei dati (editing) a fare calcoli semplici (medie proporzioni) ed a costruire grafici semplici ma esemplificativi.

Analisi sequenziale

Procedura in cui un test di significatività viene eseguito ripetutamente contestualmente alla raccolta dati. Dopo ciascuna osservazione i dati accumulati fino a quel momento vengono analizzati per prendere decisioni:

  • terminare la raccolta dati rifiutando l’ipotesi nulla;

  • terminare la raccolta dati accettando l’ipotesi nulla;

  • continuare la raccolta dati poiché i dati raccolti al momento non consentono una conclusione certa.

Anderson-Darling (Test di)
ANOVA
Aperto (Studio)
Appaiamento

Processo in cui si rendono confrontabili un gruppo in studio ed un gruppo di confronto rispetto a fattori non in studio ma influenti sulla variabile risposta. È una tecnica particolarmente usata negli studi retrospettivi quando si ricercano controlli che abbiano caratteristiche simili ai soggetti malati.

AR
Area sottesa alla curva (AUC)

Modo per sintetizzare l’informazione contenuta in una serie di misure effettuate su un individuo più volte nel tempo o in una curva dose-risposta. In genere l’area viene calcolata sommando l’area sotto la curva compresa tra ogni coppia di osservazioni successive utilizzando in genere la regola del trapezio.