Eventi G·AME 2021

Progetto Estero

PROGETTO ESTERO

Per rafforzare i rapporti di AME con il mondo della ricerca all’estero, abbiamo organizzato incontri periodici con ricercatori italiani che lavorano o hanno lavorato al di fuori dei nostri confini e che ci possano raccontare la loro esperienza dal punto di vista scientifico e professionale.
Gli incontri saranno effettuati sulla piattaforma GoToMeeting e avranno una durata di circa 30 minuti.
Nella prima parte dell’incontro verrà chiesto al ricercatore di illustrare brevemente il suo progetto di ricerca o la sua principale attività di studio, mentre nella seconda parte ci sarà la possibilità da parte degli utenti connessi di fare domande su quanto in discussione e su argomenti di interesse generale.
Ogni evento è limitato a 250 partecipanti: non è prevista prenotazione e l’accesso sarà libero fino al raggiungimento della capienza massima. Sarà cura della Segreteria AME comunicare il link per collegarsi poco prima dell'inizio degli incontri.

 

Calendario previsto

  • Lunedì 29 Marzo h 19.00: Francesco Celi MD, MHSc. Department of Internal Medicine, Division of Endocrinology, Diabetes & Metabolism, Virginia Commonwealth University, USA.
  • Lunedì 3 Maggio h 19.00: Barbara Altieri, MD, PhD. Division of Endocrinology and Diabetes, Department of Internal Medicine I, University Hospital, University of Würzburg, Germany.
  • Lunedì 7 giugno h 19.00: Adriana Albani, MD, PhD. Department of Endocrinology, Medizinische Klinik und Poliklinik IV, LMU Klinikum, Ludwig Maximilian University, Munich, Germany.
  • Lunedì 5 luglio h 19.00: Alessandro Prete MBBS, MD. Institute of Metabolism and Systems Research, University of Birmingham, UK.
  • Lunedì 6 settembre h 19.00: Andrea Attard, MD. Chirurgie générale et viscerale, Centre Hospitalier d'Aubagne, Marseille, France.
  • Lunedì 4 ottobre h 19.00: Paola Salaris, MD. Mater Olbia Hospital, Olbia, Italia.
  • Lunedì 6 dicembre h 19.00: Mattia Barbot, MD. Dipartimento di Medicina-Endocrinologia, Azienda Ospedaliera Universitaria di Padova, Italia.

Iinterviste a soci meno conosciuti

Partendo dalla riflessione che la pandemia in corso, tra i tanti danni provocati, ci sta anche privando della possibilità di avere momenti di socialità tra colleghi, tanto importanti per creare o saldare collaborazioni professionali, tutto ciò con effetti negativi sulla nostra pratica clinica quotidiana, abbiamo pensato di creare degli spazi “virtuali”, dove, di volta in volta, ogni socio AME, anche e soprattutto quelli delle sedi più remote, si presenta, illustra il suo centro di appartenenza e magari si fa qualche chiacchiera stile “aperitivo” virtuale con i vari soci collegati.