IPOTIROIDISMO: OUTCOME CLINICO DOPO SOSPENSIONE DELLA TERAPIA SOSTITUTIVA

3 Commenti

{seog:disable}

Introduzione
La terapia con ormoni tiroidei è ampiamente utilizzata nella pratica clinica, sia nella terapia dell’ipotiroidismo che, in casi selezionati, nel trattamento TSH-soppressivo della patologia nodulare della tiroide. Si stima che negli USA la levotiroxina (LT4) sia il secondo farmaco più prescritto (1) e il fattore che maggiormente contribuisce al suo ampio uso è il trattamento dell’ipotiroidismo subclinico.
L’
ipotiroidismo subclinico è una condizione che interessa circa il 10% della popolazione generale in età adulta (2). Non vi sono evidenze univoche riguardanti i benefici del trattamento dell’ipotiroidismo subclinico. Se, da una parte, alcuni studi osservazionali hanno documentato un incremento del rischio di mortalitànell’ipotiroidismo subclinico non trattato, questo dato non è stato confermato da studi clinici randomizzati, soprattutto nella popolazione con età > 65 anni (3). Inoltre, va considerato il rischio di tireotossicosi iatrogena, soprattutto nella popolazione anziana, con conseguente aumento del rischio di aritmie, angina pectoris, osteoporosi e fratture (4).

Scrivi qualcosa ...
Sei un ospite
Commenta come Ospite
Caricamento commento... Il commento sarà pubblicato dopo il refresh 00:00.
  • Questo commento è in attesa di approvazione.
    dangelo.massimo@virgilio.it · 7 mesi fa
    CONSIDERO CHE LA CAUSA PIU' FREQUENTE DI IPOTIROIDISMO SUB CLINICO, CON ASSENZA DI ATTIVITA' AUTOIMMUNE TIROIDEA E TIROIDE ECOGRAFICAMENTE NORMALE, SIA LA CARENZA IODICA, NELLA NOSTRA NAZIONE. PER CUI ESEGUO SEMPRE UN trattamento con sale iodato o con iodio farmacologico, e rivaluto a 6 mesi i valori ormonale di tsh ed ft4, prima di altre decisioni terapeutiche. Nel 90% i valori tornano normali. E' da considerare un'altra condizione, molto piu' rara, ma che si incontra se si va a cercare, ed è la resistenza delle cellule tiroidee al tsh. Io attualmente applico un banale score ecografico, per cui in tiroidi normali, ma di volume ai limiti inferiori, con calibro della arteria tiroidea inferiore normale basso, e con valori di tireoglobulina ai limiti inferiori, considero la diagnosi di resistenza delle cellule tiroidee al TSH, dove il TSH alto, differentemente da quello che accade nel deficit iodico, non è in grado di svolgere la sua funzione di stimolo alla produzione degli ormoni tiroidei, ma neppure di attivare lo sviluppo e la circolazione ghiandolare.Spesso, in questi casi ho valutato i parenti stretti ed ho rilevato situazione simile in uno dei genitori ed in in fratello o sorella
  • Questo commento è in attesa di approvazione.
    info@vincenzogiammarco.it · 7 mesi fa
    Le conclusioni della metanalisi coincidono con l'esperienza di endocrinologi che nella loro carriera hanno "osato" sospendere la levotiroxina (anche dopo molti anni) per rivalutare lo stato funzionale tiroideo. Molto spesso, per valori solo leggermente elevati del TSH, è stata (e viene) prescritta una terapia ormonale sostitutiva in pazienti del tutto asintomatici e con quadro ecografico non significativo. Nei controlli ripetuti in molti anni successivi alla sospensione si è potuto constatare come il valore del TSH, molto spesso, risultasse nei limiti o comunque oscillasse tra valori inferiori a 10 mUI/L (limite oltre il quale è universalmente riconosciuta l'indicazione al trattamento sostitutivo), senza progredire verso l'ipotiroidismo conclamato. Troppo spesso si è abusato della convinzione che "tanto non fa male", dimenticando che non esiste farmaco senza possibili effetti collaterali. Ma si è anche ignorato (o comunque non considerato) che "per il malato il meno è il meglio" (Galeno). Questo aforisma ci ricorda anche che la "pericolosità" del farmaco aumenta con l'aumentare dei farmaci assunti. Non dimentichiamo infine che ogni volta che prescriviamo un farmaco creiamo un "malato". Molti dei disturbi forzatamente attribuiti a ipotiroidismo subclinico possono essere controllati con una adeguata e sincera comunicazione medico-paziente, senza disdicevole medicalizzazione.
  • Questo commento è in attesa di approvazione.
    delvecchioadolfo@libero.it · 7 mesi fa
    Per me l'importante è evitare l'overtatement,in pratica tenere il TSH entro limiti normali.